I lavori continuano nel parco paesaggistico loretese. Nel 2020 sarà fruibile ai visitatori

I lavori continuano nel parco paesaggistico loretese. 

Nel 2020 la parte inferiore sarà aperta al pubblico per le visite guidate

 

 

Loreto Aprutino (PE). Finalmente ci siamo! Dopo tanto lavoro e un progetto rivisto più volte, possiamo dire che il parco paesaggistico loretese è arrivato a un primo traguardo ed è in parte fruibile attraverso sentieristica e sistemazione di vedute. Un lavoro certosino e di precisione che si è ulteriormente sviluppo nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2019.

 

 

 

La complessa struttura della sentieristica è stata realizzata per permettere al visitatore di muoversi in tutta l’area dell’uliveto, nel terreno inferiore del parco, per poi muoversi attraverso punti panoramici. In gennaio 2020 saranno realizzati il frutteto e la prima parte del bosco e saranno realizzati ulteriori sentieri secondari di raccordo con i viali principali. “Siamo a buon punto e possiamo ritenerci soddisfatti“, spiega il curatore del giardino Alberto Colazilli, “Ho lavorato mesi sul progetto del nuovo parco, rivedendolo in molti suoi aspetti e criticità. La sentieristica è stata la prima problematica che si è posta davanti, avendo a che fare con pendenze complesse che devono necessariamente essere rimodellate. I sentieri si dividono in due categorie: principali e secondari. Proprio per dare al terreno una veste nuova da giardino, si è voluto creare un percorso piacevole, non stancante, in cui il visitatore si muove in tranquillità, contemplando il paesaggio e le alberature e arbusti e gli ulivi secolari.

 

 

 

Per il 2020, secondo Alberto Colazilli, il parco potrà essere fruibile alle visite guidate. “Abbiamo testato il percorso già con la Camminata degli Ulivi di fine ottobre e possiamo dire che l’assetto funziona ed è anche piaciuto ai visitatori. Dalla Fontana Grande si potrà salire con un comodo percorso fino all’uliveto e ai punti panoramici. Poi si potrà continuare la passeggiata arrivando a Via Pretara e muovendosi verso Santa Maria in Piano. Quasi tutti gli alberi sono stati recuperati. Manca solo la bonifica e il miglioramento di una siepe alberata coperta di rovi e ailanti situata sul muraglione a ridosso di Via Pretara, un lavoro che verrà fatto a Gennaio. Entro marzo saranno eseguiti i miglioramenti paesaggistici con l’inserimento di nuovi alberi ornamentali, di numerose piante da frutto e saranno realizzati i primi giardini delle aromatiche. Proprio su questo progetto delle aromatiche è nostra intenzione inserire centinaia di arbusti di Rosmarino combinati a Lavanda e altre varietà mediterranee che andranno a tappezzare e consolidare buona parte dei versanti del parco. Poi, a partire sempre dal 2020, si comincerà a progettare e realizzare la veduta ideale su Loreto Aprutino, inserendo roseti, piante ornamentali da fiore, siepi e migliorando i prati che saranno sfalciati. Il progetto è ambizioso e complesso e vuole realizzare un quadro paesaggistico di notevole impatto. Ci stiamo impegnando per fare in modo che il parco paesaggistico possa essere fruibile già nella Primavera 2020. L’importante è partire  con le visite guidate, anche insieme alle scolaresche e ai gruppi di visitatori interessati. Dopo la visita al giardino botanico Parco dei Ligustri, i gruppi saranno accompagnati anche alla scoperta del parco paesaggistico in cui si illustrerà il progetto di riqualificazione e miglioramento del territorio.

Staff del CEA di interesse regionale Parco dei Ligustri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *